lunedì 20 aprile 2015

Work in progress (potrebbe sembrare che mi sia fatta prendere un attimino la mano)

Ho trovato la mia dimensione. E' quella fatta di nastri, nastrini, tutorial, carta kraft, colla a caldo, cose pizzose, pom poms di carta velina, punzonatrici e cuoricini.
Mi serve solo un esercito di elfi disposto a darmi una mano e/o un collega che si accolli tutti i miei fascicoli da qui e per i prossimi 5 mesi mentre io mi dedico a far le rose di raso.
Ho una media di un'idea e mezza al giorno. E di giorni ne mancano 152 (per l'esattezza 152 giorni, 2 ore, 8 minuti). Ma è tutto sotto controllo, arriverò riposata e senza crisi di nervi. E, ovviamente, con delle decorazioni bellissime.

giovedì 9 aprile 2015

Dormo poco, penso molto e non posto da due settimane e passa.

Però nel frattempo ho raccolto un sacco di idee e ispirazioni per il matrimonio, promosso Collega Preferito da "amico fidato" a testimone di nozze, perso e ripreso almeno tre volte lo stesso chilo, schiarito i capelli, letto un bel libro, pensato di chiudere il blog, cambiato fondotinta per ben due volte, deciso di non farmi sopraffare dall'ansia, scelto l'hashtag che mi accompagnerà al grande giorno, realizzato che quella di chiudere il blog sarebbe stata una pessima idea e ordinato una fustellatrice per carta e 500 metri di nastri e nastrini. Tutto bene quindi, fustellatrice compresa.

mercoledì 18 marzo 2015

chinamood

Sto lavolando che manco una cinese. Allivelò al 20 settemble con occhi a mandola o esaulimento nelvoso  (o plobabilmente con tutti e due).
Filmato: vostla Bli.

giovedì 12 marzo 2015

QDCPI / Due giorni senza...

Sottotitolo: le parolacce che non ho detto  non avrei dovuto dire.
Perché l'occasione dell'esperimento di provare a "fare due giorni senza..." è caduta giusta a fagiuolo, nel momento esatto in cui, una volta finita la lista di tutti i santi, mi sono resa conto di avere una boccaccia degna di uno scaricare di porto (con tutto rispetto per i camalli eh...), decisamente poco adatta a una futura signora.
Tutta bella bellina ma con il vaffa troppo facile.
E quindi, dopo essermi sciacquata la bocca, ho scelto come destinazione per  il rompipallONE di turno la cINA o, in alternativa, la fiNLANDIA e ho usato un po' di caVOLI e di un po' di caPPERI ma la soddisfazione non è stata la stessa e nemmeno, ammettiamolo, la credibilità.
Sono durata, a farla lunga, mezza giornata. Fino a quando, con l'aspirapolvere, ho urtato e fatto cadere il vaso in vetro con dentro il bambù spandendo acqua e vetro per tutta la sala... e lì mi sono rimessa in pari.