sabato 25 agosto 2012

Dal Sogno a Truzzolandia

Una volta rientrata a casa, con i panorami strappamutanda… ops…  togli respiro  di cui ai post precedenti ancora negli occhi e con una nuova opinione - rivisitata e corretta - sui toy boy, ho proseguito le mie vacanze a Truzzolandia, nota e molto frequentata località balneare dell'alto Adriatico, popolata prevalentemente da tedeschi con l'immancabile sandalo+calzino bianco; teenager tutte uguali short+canottabianca+chignon e ragazzetti con il taglio di capelli alla Borriello ultima versione.
Scenari diversi, caldo afoso da svenire, la presa d’atto del fatto che Tronisti & Corteggiatrici ha rovinato le nuove generazioni e nessun 24enne dalle mani d’oro da segnalare.
In compenso però è caduto ai miei piedi (nel senso letterale del termine, perdendo pure un dente …) un ciccionissimo ubriaco che non ha visto un gradino (astenersi dal commentare che ognuno c’ha quel che si merita, grazie…).
Che lo so che per come l'ho messa giù non sembra, ma in fondo - e neanche troppo in fondo - mi sono divertita parecchio pure a Truzzolandia. 

5 commenti:

  1. ahahahah bene! che generazione che siamo...

    RispondiElimina
  2. Vedere un ubriaco che cade e perde un dente farebbe divertire anche me. Se fosse il mio ex, poi...

    RispondiElimina
  3. ...e invece secondo me si capisce che in fondo non ti è dispiaciuta Truzzolandia :-)

    RispondiElimina
  4. Truzzolandia: come rende l'idea!

    RispondiElimina