lunedì 3 febbraio 2014

Non può piovere per sempre. O forse anche si.

Chi ha detto  che non può piovere per sempre evidentemente non abitava da queste parti. Armata di galosce fucsia e ombrellino con i fiocchetti che cambiano colore con l'acqua (piove, ma il Commissario Bauer potrebbe sempre essere nei paraggi) impreco contro il cielo e contro gli automobilisti idioti che si divertono a centrare in pieno le pozzangherone a bordo strada.

11 commenti:

  1. ...io amo le mie galosce...ma non ne posso più di indossarle!
    Mo' basta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Kiss

    RispondiElimina
  2. Quanto hai ragione. Guarda, peggio della pioggia non c'è nulla! Piuttosto 10 metri di neve, cacchio! Fra i capelli frizzy, i piedi intirizziti, il dover indossare capispalla impermeabili perchè altrimenti si inzuppano (e porprio ora che non fa freddo e potrei abbandonare il piumino per il cappotto umpfff) non ne posso più. Ah, aggiungo, negli autobus di Bologna piove dentro. Quindi sei seduta ed una goccia dal tetto ti si infila proprio fra il cappotto ed il collo. O sui capelli appena lavati. Doppio sgrunt.

    RispondiElimina
  3. Mi han detto che all'Ikea stanno progettando un'Arca a prezzi popolari. Io dico che è un buon investimento. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io dico che potrebbero pensarci seriamente perché andrebbero a ruba!

      Elimina
  4. sotto la pioggia ma sempre chic!!!

    RispondiElimina
  5. Io amo l'inverno ma questa pioggia mi deprime e mi sta venendo una strana (per me) voglia di primavera. Quasi quasi per consolarmi compro l'ombrello trasparente con i micetti che ho visto la settimana scorsa!!
    LA PETITE DAME

    RispondiElimina
  6. Nella mia città, due gocce di pioggia fungono da cartolina ed eserciti di pensionati si riversano nelle proprie auto (che sono sempre antidiluviane o nuove di zecca / suv) per andare a fare la spesa o dal medico curante. Distanza da casa: cinquecento metri.
    Si formano così queste code mastodontiche, lentissime, e i tempi di percorrenza si dilatato all'infinito e quando sbirci nei finestrini altrui non puoi neanche bearti della visione di qualche bel ragazzo perché l'età media supera i sessanta.
    Ah, e ovviamente hanno sempre fretta.
    Stupida pioggia.

    RispondiElimina
  7. niente di meglio di una forte pioggia fuori e buon libro affiancato da un thè caldo in casa...;)

    RispondiElimina
  8. Certo..il commissario gira ed indaga, indaga e gira,.... :D

    RispondiElimina
  9. L'umidità che ci invade dopo diversi giorni di pioggia fa a pugni con le mie ossa.Purtroppo i disagi che crea non si possono spiegare,catastrofici:(

    RispondiElimina