lunedì 26 marzo 2012

Yuppie, ha funzionato! Niente mal di testa, niente vomitini, niente occhi pesanti. A ricordarmi che sono una lagna e che ne ho sempre una, solo un dolorino al collo che è un classico quando dormo con un cuscino che non è il mio. Che se però "dormire con un cuscino che non è il mio" significa addormentarsi con Mr. M accanto in una posizione più comoda del solito stretti-troppo-stretti-nel-lettino-singolo, allora al risveglio il dolorino al collo la sottoscritta se l'è bello che dimenticato. E metteteci pure due cene a base di lambrusco e torta fritta farcita ed ecco spiegato perché questa gita a Parma mi ha fatto tanto bene all'umore e all'amore. Che tanto la linea è diventata curvylinea da un pezzo e io, con i miei cosciotti, tra i prosciutti mi sentivo proprio a mio agio.

7 commenti:

  1. bellissimo questo post!!! anche io soffro da sindrome del cuscino sbagliato. posso usare solo quelli in lana belli duri e di spessore medio. facile eh?
    w il lambrusco!!!

    RispondiElimina
  2. ahah bei giochi di parole! è proprio vero che con la persona giusta tutto è piu bello... :D

    RispondiElimina
  3. Ma sai che da quando me ne strafrego dei miei rotolini...acchiappo che e' una meraviglia? ^_^ Alle volte siam noi ddonne a farci troppi problemi... cene col lambrusco..., ottima idea.e la torta fritta fsrcita.., mi sa' tanto che deve essere goduriosa! se poi c'e' l'amour...........tasnto meglio! :_)

    RispondiElimina
  4. Io dormo ovunque mi metto...Ma questo inizio primavera ha buttato a terra anche me...

    RispondiElimina
  5. I love torta fritta, magari con culatello e spalla cotta

    RispondiElimina
  6. voglio andare in gita a Parma adesso!

    RispondiElimina
  7. A Parma si mangia troppo bene! Quanto al cuscino, uhmamma io sto impazzendo col mio. Devo troppo cambiarlo!,

    RispondiElimina